ARGILLA: UN RIMEDIO NATURALE DA RISCOPRIRE

L’argilla è uno dei rimedi più utilizzati dall’uomo fin dall’antichità. Le testimonianze su questo conosciutissima terra, tutta da rivalutare, risalgono all’epoca romana con Plinio Il Vecchio che ne narrava le sue ricche proprietà in materia medicale sia per uso interno che esterno. Oltre a Galeno, a Dioscoride e all’arabo Avicenna che ne consigliava l’uso per combattere ogni male, l’argilla fu rivalutata dal padre dell’idroterapia l’abate Kneipp che ne esaltava la sua efficacia e validità.

LA PECULIARITÀ DELL’ARGILLA È QUELLA DI CONTENERE UN COMPLESSO DI MINERALI BILANCIATI IN MODO ARMONICO TRA LORO TRA CUI IL CALCIO, IL FERRO, IL MAGNESIO, IL RAME. 

A seconda della loro concentrazione troveremo in commercio argilla di diversi colori. Generalmente l’argilla verde è quella più diffusa per uso interno mentre quella bianca viene più utilizzata a scopo estetico e cosmetico.

IN OGNI CASO, INDIPENDENTEMENTE DALLA COLORAZIONE CHE ASSUME, L'ARGILLA SI CARATTERIZZA PER I PREZIOSI  OLIGOELEMENTI CHE CONTIENE QUALI RAME, FERRO, ARGENTO ED ALTRI. SI TRATTA  DI METALLI PRESENTI IN TRACCIA CHE AGISCONO NEL FUNZIONAMENTO DEGLI ENZIMI, CONTRIBUENDO COSÌ AD ACCELERARE E RIEQUILIBRARE  IL CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL CORPO.

 Proprio per le sue peculiarità biochimiche, esaltate dai processi di preparazioni che vengono utilizzati, l’argilla offre numerosissimi benefici:

  • E’ ANTISETTICA E BATTERICIDA: a differenza dei materiali chimici,  l’argilla ha un’azione antibatterica in grado di agire solo sulla parte malsana evitando di distruggere la flora batterica amica e riportando il corpo e i tessuti in salute. Essendo sterile non contiene germi microbici ed è priva di pericolosità per l’uomo e per gli animali.

  • E’ ANTITOSSICA perciò difende l’organismo da sostanza nocive

  • E’ CICATRIZZANTE E ASSORBENTE: molto utile quindi per curare e rimarginare ferite e piaghe. Dobbiamo immaginare che l’azione dell’argilla è simile a quella della carta assorbente che ripulisce le impurità e rilascia nella pelle sostanze minerali benefiche.

  • HA POTERE ENERGEZZANTE: ha molte capacità riequilibratrici e toniche sulla cellula, grazie all’elevato apporto di oligoelementi che offre.

QUALE ARGILLA UTILIZZARE?

In commercio ve ne sono diversi tipi. A seconda della costituzione delle persona una brava naturopata saprà indicarvi la più indicata per le vostre esigenze. In generale, si consiglia di utilizzare inizialmente delle argille verdi ventilate passando poi a quelle bianche. La scelta dipende poi anche dal tipo di impiego che si vuole fare.  Questo rimedio naturale si può utilizzare ad uso interno o esterno.

AD USO INTERNO:

Per questo utilizzo è consigliabile l’argilla verde ventilata per il suo elevato scambio ionico. Per tale ragione è bene controllare la confezione acquistata per controllareaccertarsi che non abbia un PH né troppo acido né troppo basico.  In questo caso la sera prima di andare a letto si prepara un bicchiere con dell’acqua in cui si aggiunge un cucchiaino raso di argilla e si mescola bene con un cucchiaio di legno. (Non va utilizzato il metallo a contatto con l’argilla!) Si copre il bicchiere con una garza e la mattina dopo si beve a digiuno. Inizialmente si consiglia di bere per una settimana solo l’acqua sovranatante ovvero l’acqua sporca di argilla senza assumere il deposito polveroso di fondo. E’ bene berla lentamente e a piccoli sorsi.

Questo utilizzo è sconsigliato per chi soffre di ernia iatale e di stipsi.

AD USO ESTERNO:

Ora vedremo di seguito due modi in cui si può usare l’argilla, molto efficaci per rimuovere le imperfezioni della pelle e donarle luminosità.

PEDILUVIO O SEMICUPI D’ARGILLA

Prendiamo una bacinella in cui mettiamo acqua, argilla e sale grosso integrale. Dopo aver mescolato con un cucchiaio di legno, immergiamo le mani o i piedi o la parte dell’arto che ci fa male per 15 minuti. Questo rimedio è molto utile per chi soffre di reumatismi, affezioni ossee, artriti e squilibri endocrini.

MASCHERA D’ARGILLA 

Mescoliamo con una spatolina di legno l’argilla ventilata e l’acqua e dopo aver ottenuto una consistenza cremosa,  applichiamo il composto sulla pelle asciutta del viso. Quando l’argilla si sarà seccata e la pelle inizierà a tirare rimuoviamola con dell’acqua eliminando bene ogni residuo di polvere. Possiamo fare questa maschera sul viso una volta alla settimana per liberarci dalle imperfezioni cutanee e ridare luminosità al nostro viso. Ottima per chi soffre di acne e punti neri e per chi ha la pelle grassa. Per chi invece a la pelle molto secca, è consigliato idratarla con dell’olio di oliva subito dopo la maschera.

IMPACCHI PER COMBATTERE GLI INESTETISMI DELLA CELLULITE

Per un buon fango purificante contro gli inestetismi della cellulite, possiamo sciogliere dell’argilla bianca  in un bicchiere di the verde e mettere due cucchiai di olio extravergine di oliva e un fondo di caffè. Se vogliamo possiamo aggiungere qualche goccia di olio essenziale di cipresso utile a riattivare il microcircolo. Applichiamo il composto cremoso sulla zona interessata e stendiamo delle garze o della pellicola trasparente da cucina. Quando l’argilla si sarà seccata,  sciacquiamo le parti con abbondante acqua e massaggiamo con una spugna esfoliante. Questa maschera possiamo applicarla tre volte a settimana e nel giro di un mese potremo apprezzarne i risultati.

Per avere altre informazioni sull’utilizzo dell’argilla, specie ad uso interno, rivolgiti ad un naturopata esperto che saprà guidarti nel mondo del rimedi naturali. Scrivi a panfilifrancesca@yahoo.it o chiama al 338.1647451 per richiedere una consulenza.

Francesca Panfili