LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA PER LIBERARSI DA STRESS E TENSIONI!

L’attività che ci mantiene in vita è il respiro senza il quale non potremmo sopravvivere un secondo in più su questa terra. Proprio perché respirare ci consente di vivere, il modo corretto di esprimere ed eseguire il nostro respiro è per ogni essere umano di vitale importanza. Da qui possiamo dedurre che IL RESPIRO E’ VITA!!!

Le funzioni del nostro corpo e della nostra mente sono subordinate alla quantità di ossigeno che ispiriamo e alla quantità di anidride carbonica che espiriamo. E mentre noi passiamo tutta la giornata a respirare senza nemmeno farci molto caso, nel corpo avvengono tutte quelle funzioni essenziali per tenerci in vita, dal rinnovamento delle cellule all’eliminazione degli scarti tossinici.

LO SAPEVI CHE DURANTE LA GIORNATA RESPIRIAMO DALLE 20.000 ALLE 70.000 VOLTE?

Ma ci siamo mai chiesti come respiriamo?

Molto spesso accade di pensare al nostro respiro solo in situazioni in cui presi dall’ansia e dallo stress ci manca il fiato oppure respiriamo troppo affannosamente. In realtà sono proprio queste le volte in cui il corpo ci sta mandando dei segnali e ci sta dicendo: “Fai attenzione al tuo respiro!”

IL RITMO DEL RESPIRO È LEGATO INFATTI AL MODO IN CUI REAGIAMO DI FRONTE AGLI EVENTI E AL NOSTRO STILE DI VITA. UNA PERSONA CALMA  CON LA MENTE LIBERA DALLE PREOCCUPAZIONE TENDERÀ AD AVERE UN RESPIRO LENTO E PROFONDO. UNA PERSONA PIÙ ANSIOSA FARÀ INVECE DEI RESPIRI BREVI E VELOCI.

Quando ci troviamo sotto stress o abbiamo delle tensioni tendiamo a respirare con la parte alta del nostro busto, ovvero respiriamo di petto. In questo modo la cassa toracica si espande e si ritrae abbastanza velocemente. Quando invece siamo calmi e rilassati possiamo notare che il nostro respiro parte dalla pancia, esattamente come quando eravamo bambini!!!

E quando questo accade significa che è il diaframma a guidare la nostra respirazione e questo è il modo giusto per gestire il respiro!

Cos’è il diaframma?

Il diaframma è un muscolo a forma di cupola che separa la cavità toracica da quella addominale.  In condizioni normali il nostro respiro dovrebbe avvenire con il diaframma ma una vita frenetica, lo stress, la postura sbagliata, le difficoltà digestive e gli eventi traumatici possono contribuire a bloccare questo muscolo facendoci respirare prevalentemente con il torace.

BLOCCANDO IL DIAFRAMMA ANDIAMO INCONTRO A STATI DI STRESS, DI ANSIA, POSSIAMO AVVERTIRE DOLORI ALLA SCHIENA E ALLA CERVICALE, ACIDITÀ GASTRICA E REFLUSSO GASTRO-ESOFAGEO.

Per questa ragione utilizzare il diaframma nella respirazione assume un’importanza fondamentale per il nostro benessere psico-fisico.

Come utilizzare il diaframma?

Per capire se utilizzi il diaframma quando respiri, portati in una posizione comoda  e porta le tue mani sull’addome. Se quando respiri la tua pancia non si muove ma a muoversi è solo il tuo torace significa che non stai respirando correttamente. Se è così, rimanendo con le mani sul tuo addome inizia ad ispirare e a muovere la tua pancia quasi come se gonfiassi un palloncino e quando espiri sgonfiala completamente immaginando di portare il tuo ombelico verso la schiena. Questa è quella che nello Yoga viene definita RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA.

PROVA A FARE QUESTA RESPIRAZIONE CONTANDO 10 RESPIRI PROFONDI OGNI SERA PRIMA DI ANDARE A LETTO. DOPO QUALCHE SETTIMANA INIZIERAI A SENTIRE I SUOI INNUMEREVOLI BENEFICI!