STRESS: I SEGNALI PER RICONOSCERLO! (Seconda parte)

La scorsa settimana abbiamo parlato dei segnali che il corpo e la mente ci inviano quando siamo sotto stress. Questi segnali sono qualcosa di molto importante su cui riflettere e soprattutto rappresentano un messaggio che corpo e mente ci danno per rivedere cosa stiamo sbagliando nella nostra vita e cambiare direzione.

A VOLTE È DIFFICILE DIRE DI NO AI MILLE IMPEGNI CHE ABBIAMO MA, SE IL CORPO INIZIA A CEDERE,  NON DOBBIAMO SOTTOVALUTARE LA SITUAZIONE.

Chiediamoci il perché siamo stressati e cosa possiamo fare per cambiare questa condizione. Spesse volte riempirsi di impegni e di cose da fare potrebbe essere la scappatoia che utilizziamo per evitare di pensare alle cose che sono davvero importanti, altre volte il non saper dire mai di no può portarci a sostenere una serie di cose da fare che riempiono ogni istante del nostro tempo. Per questa ragione, è importante fermarsi un istante e prenderci del tempo per riflettere su noi stessi e ricercare la nostra felicità.

LA FELICITÀ, QUESTA PAROLA MAGICA FIN TROPPO INFLAZIONATA, PUÒ ESSERE RAGGIUNTA QUANDO LASCIAMO ANDARE LO STRESS E VIVIAMO NEL QUI E ORA OGNI ISTANTE DELLA NOSTRA ESISTENZA. 

VIVERE LA PRESENZA, SOSTARE PER QUALCHE ATTIMO AD OCCHI CHIUSI, ASCOLTANDO IL RESPIRO, PUÒ ESSERCI MOLTO D’AIUTO IN SITUAZIONI DI STRESS E PANICO.

Ecco altri segnali che il corpo potrebbe inviarci quando siamo più agitati e non abbiamo un istante per fermarci:

SI STA SEMPRE MALE:

Rispetto alle normali condizioni di equilibrio psicofisico, quando siamo stressati possiamo contrarre virus influenzali con più frequenza e facilità, oppure possiamo sentirci sempre “strani”, tristi, malinconici. Il mal di testa diventa una costante, già dal mattino. La schiena può far male ed anche le articolazioni. Vi è un profondo legame tra il nostro sistema immunitario e la nostra mente, così come tra la nostra mente e le diverse parti della nostra schiena, ognuna delle quali corrisponde ad un uno stato emotivo che viene vissuto quando inizia il dolore.

COMPARSA DI TIC NERVOSI O MOVIMENTI INVOLONTARI:

Quando ci si trova sotto tensione può capitare che gli occhi comincino “a ballare” e così anche le fasce muscolari e nervose. Il sistema nervoso ci sta dicendo: RALLENTA!!!

LA PELLE PERDE LUMINOSITÀ E I CAPELLI SI DIRADANO O CADONO:

Lo stress ci porta a depauperare un gran numero di vitamine e minerali che sono essenziali per donare tonicità ed elasticità alla nostra pelle e ai nostri capelli; l’epidermide perde quindi elasticità e si opacizza mentre i capelli tendono a sfibrarsi e cadere. In questa fase accade spesso che ansia e nervosismo vengano sfogati attraverso eczemi, herpes ed altre manifestazioni cutanee.

IMPOTENZA E STERILITÀ:

Anche la sfera sessuale subisce le conseguenze negative dello stress. In particolare, ad esempio, se in una coppia c’è la volontà di concepire un bambino il momento meno propizio per realizzare questo desiderio è un periodo pieno di tensioni. È dimostrato che l’energia dei genitori al momento della fecondazione influisce grandemente sullo stato di salute del bambino, come insegna anche la Medicina Tradizionale Cinese. Non è raro incontrare coppie che tentano in ogni modo di avere un figlio che non arriva mai e poi, nel momento in cui “si perdono le speranze” e perciò non vi è più lo stress della affannosa ricerca di “un figlio ad ogni costo”, inaspettatamente la donna rimane incinta.

Negli anni ho assistito mamme che desideravano tanto un bambino e che erano davvero stressate a causa delle difficoltà di realizzare questo desiderio. Dopo aver praticato Yoga per alcuni mesi, sono rimaste incinta ed hanno partorito dei bellissimi bambini coronando il loro sogno di maternità. Quello di cui avevano bisogno era solo un po’ di libertà mentale per iniziare a vivere il presente!

ANSIA, SUDORAZIONE ECCESSIVA, DIFFICOLTÀ A RESPIRARE PROFONDAMENTE:

Quando lo stress si manifesta a livello fisico significa che emotivamente e mentalmente stiamo esaurendo la nostra carica energetica e le nostre risorse psichiche. Il sistema nervoso in disequilibrio può manifestare questa disarmonia con eccessiva sudorazione e blocco della muscolatura diaframmatica, ostacolando la respirazione. Potremmo sentire come se il respiro si bloccasse a livello del basso torace o al centro del torace stesso. Lo stress è una delle cause degli attacchi di panico e degli stati d’ansia che sono spesso associati a questi effetti.

SE TI CAPITA DI PERCEPIRE O DI VIVERE ALCUNE DI QUESTE SITUAZIONI, FERMATI UN MOMENTO E INIZIA A RESPIRARE PROFONDAMENTE. CERCA DI CAPIRE CHE STRADA STAI PERCORRENDO E COME PUOI VIVERE LA VITA CON LA GIOIA NEL CUORE E LA PACE NELLA MENTE. LO YOGA PUÒ AIUTARTI A PRENDERE COSCIENZA DI QUESTI DUE TESORI RAPPRESENTATI DALLA CALMA  E DALLA TRANQUILLITÀ. 

E ricorda questa frase: “Una delle gioie segrete della vita non è mettersi a correre freneticamente dal punto A al punto B, ma inventare  alcune lettere immaginarie lungo la strada!” e questo lo possiamo fare staccando la spina alla nostra mente e godendoci il rilassamento profondo che lo Yoga ci offre.

Francesca Panfili